Versione Italiana English version
Percorso di navigazione: Home » Ricerca » Laboratori
immagine gruppoimmagine laboratorio
Gruppo di riferimento

» Ingegneria termica applicata

Laboratorio Tarature Termometriche - LTT

Responsabile: Rinaldi Fabio

Il Laboratorio è stato realizzato nel 1985 e, fino a qualche anno fa, l’attività di taratura è stata di esclusivo supporto alla ricerca scientifica del Dipartimento di Energia, già Dipartimento di Energetica.

Attualmente il Laboratorio opera nell’ambito del Sistema Qualità del Politecnico di Milano (S.Qu.A. Sistema Qualità di Ateneo) e costituisce il Settore Temperatura del Centro ACCREDIA LAT N. 104. Operando in conformità ai requisiti della UNI CEI EN ISO/IEC 17025, mette a disposizione sia a committenti dell’Ateneo, sia a committenti esterni, le proprie capacità ed esperienza per la taratura di sensori di temperatura. Il Laboratorio offre il servizio di taratura per confronto di termocoppie, termometri a resistenza, catene termometriche e termometri a liquido in vetro nel campo di temperatura compreso tra –80°C e +1100 °C, le incertezze garantite dal Laboratorio sono estremamente contenute e desumibili dalla relativa tabella di accreditamento, consultabile all’indirizzo http://www.sit-italia.it/SIT/CENTRI/Accreditamenti/Pdf/104/104_Polit_Milano.pdf.

Il Laboratorio dispone inoltre di una sezione di Prove Termoidrauliche dove si effettuano tarature di misuratori di portata per liquidi (in particolare contatori per acqua fredda), e prove di perdita di carico e di tenuta idraulica di componenti termoidraulici. L’attività del laboratorio è rivolta sia al settore ambientale sia ai processi industriali.

In collaborazione con il Laboratorio MTF (Misure Tarature Fluidodinamiche) possono essere condotte, associate a rilevamenti di temperature in campo, anche misure di velocità con l’ausilio di anemometri.

Un’ulteriore attività del Laboratorio consiste nell’indagine sperimentale su impianti industriali, quali termovalorizzatori di rifiuti solidi urbani, mediante l’ausilio di sonde di temperatura aspirate (pirometri a suzione).Per tale attività, è stata avanzata ad ACCREDIA la richiesta di estensione di accreditamento per la taratura di sensori in campo. Ad oggi il Laboratorio opera in conformità al Sistema Qualità del Politecnico di Milano ed offre a costruttori, collaudatori ed esercenti di termovalorizzatori di rifiuti e di generatori di vapore industriali i seguenti servizi:

misure di temperatura con pirometri campione e taratura degli strumenti ad installazione fissa presenti in impianto (termocoppie e pirometri ottici); stesura e/o validazione di algoritmi di calcolo della temperatura dei prodotti di combustione, in funzione del tempo di residenza (tipicamente a due secondi dall’ultima iniezione di aria secondaria T2s); simulazioni numeriche CFD per lo studio di particolari problemi e l’ottimizzazione di specifici processi.

Il Laboratorio è in grado di eseguire accurate misure di temperatura dei fumi all'interno della camera di post-combustione, nel campo di temperatura tra 600 °C e 1600°C.

Le attività dal Laboratorio vengono pianificate tenendo in considerazione le peculiarità dell’impianto e delle linee da caratterizzare, in questo senso risulta fondamentale la collaborazione tra il personale esperto nella progettazione e/o conduzione dell’impianto e quello del Laboratorio e la disponibilità dei dati di processo.

La taratura periodica della strumentazione di impianto con pirometri a suzione consente il miglior controllo della temperatura di post-combustione, migliorando la gestione energetica dell’impianto stesso nel rispetto delle prescrizioni della normativa vigente.

L’esperienza maturata nel corso degli anni ha dimostrato che la taratura effettuata dal nostro Laboratorio consente elevati risparmi di combustibile pregiato ed il raggiungimento di temperature elevate non necessarie e dannose per l’impianto.

Il Laboratorio offre inoltre un servizio per la soluzione di particolari problemi o per l’ottimizzazione di specifici processi, mediante l’utilizzo dell’analisi termica e fluidodinamica computazionale. Le problematiche sulle quali si può utilmente intervenire sono diverse, tra queste vi sono: l’ottimizzazione dello scambio termico acqua/fumi studiando il corretto posizionamento degli scambiatori all’interno del generatore, l’ottimizzazione delle modalità d’iniezione dei reagenti per il trattamento dei fumi, etc.

StaffUbicazione:
Dipartimento di Energia
Politecnico di Milano
Campus Bovisa
Via Lambruschini, 4
20156 Milano - ITALIA

Contatti:
Fax : +39 02 2399 3841